Muore Robin Williams, l'uomo che ha fatto emozionare intere generazioni







Sul web girano spesso notizie fake, atte soltanto ad acchiappare visitatori. Proprio lo scorso anno ne fu vittima anche lui, rumour che aveva combattuto con la sua grande ironia e voglia di vivere. Voglia che, in questi momenti, sembra essere stata solo di facciata.
In programma domani ci sarebbe stato un altro post, ma il calendario editoriale in certi casi è bene stravolgerlo e mandarlo a quel paese.

Le parole si sprecano e i commenti sulla sua filmografia anche. Non sono qui per parlarvi di chi era Robin Williams, lo conosciamo tutti. Un uomo che ha incantato intere generazioni, un uomo che sapeva far ridere e piangere con la sua professionalità e umanità. Sì, perché è questo ciò che mi ha colpita di lui: la sua umanità.

Quando un personaggio forte che ci ha regalato emozioni se ne va per sempre, è una botta non indifferente. Ho pianto per Heat, per Cory, per Lucio Battisti in passato. Ma Robin Williams, non me ne voglia nessuno, è diverso. Speciale, oserei dire. Potrei sembrare ipocrita, forse anche stupida, ma uomini del genere ne esistono uno su un milione e non si tratta di una frase retorica.
Robin Williams è stato un grande. L'unico in grado di farmi emozionare qualsiasi cosa facesse. Nei suoi film ho riso, ho pianto, mi sono arrabbiata, mi sono sorpresa. Hook-Capitan Uncino mi ha fatta sognare, L'attimo fuggente mi ha devastata.
Mentre scrivo questo post ho il volto rigato dalle lacrime. Non potevo crederci, quando questa mattina mi chiama mamma sconvolta. Sì, perché tutti siamo cresciuti con i suoi film.

Credo non ci sia altro da dire, se non goodbye Captain...

0 commenti:

 
Le storie infinite di Tibi Blog Design by Ipietoon